DIRETTIVA BOLKESTEIN TESTO PDF

Direttiva del Parlamento Europeo e del Consiglio relativa ai servizi nel mercato interno (ex Bolkestein) TESTO INTEGRALE DISPONIBILE PER GLI UTENTI. Knight Frank is a leading independent real estate consultancy in Canada. Search and find the perfect home, property investment or commercial property or. Il testo del compromesso, adottato dal Parlamento Europeo in seduta plenaria il 16 . Testo della proposta di direttiva Bolkestein (PDF), su

Author: Gardarg Mojind
Country: Dominica
Language: English (Spanish)
Genre: Relationship
Published (Last): 18 October 2008
Pages: 446
PDF File Size: 11.97 Mb
ePub File Size: 7.90 Mb
ISBN: 681-8-40833-172-7
Downloads: 61259
Price: Free* [*Free Regsitration Required]
Uploader: Vubei

OJ L La presente direttiva intende estenderne la tutela onde tener conto di questi sviluppi, aumentare la trasparenza e rafforzare la certezza giuridica per viaggiatori e professionisti. L’articoloparagrafo 1, e l’articoloparagrafo 2, lettera adel trattato sul funzionamento dell’Unione europea TFUE stabilisce che l’Unione deve contribuire ad assicurare un livello elevato di protezione dei consumatori mediante misure adottate a norma dell’articolo TFUE.

Ne consegue che sussistono grandi divergenze tra le legislazioni degli Stati membri. La frammentazione giuridica comporta costi maggiori per le imprese e ostacoli per quelle che vogliono operare oltre frontiera, limitando quindi la scelta dei consumatori.

La maggior parte dei viaggiatori che acquistano pacchetti o servizi turistici collegati sono consumatori ai sensi del diritto del consumo dell’Unione. Questo tipo di viaggiatori spesso necessita di un livello di tutela analogo. Quest’ultimo tipo di servizi turistici non richiede il livello di protezione stabilito per i consumatori. Dovrebbero applicarsi gli stessi principi a prescindere dal fatto che la prenotazione avvenga attraverso un professionista tradizionale oppure online.

Al contempo i servizi turistici collegati dovrebbero essere distinti dai servizi turistici che i viaggiatori prenotano in modo indipendente, spesso in momenti diversi, sia pure per lo stesso viaggio o la stessa vacanza. Dette norme si applicherebbero, per esempio, al caso in cui, nel confermare la prenotazione di un primo servizio turistico come un volo aereo o un viaggio in treno, un viaggiatore riceve un invito a prenotare un servizio turistico aggiuntivo disponibile nella destinazione scelta, ad esempio l’alloggio in albergo, con un link verso il sito web di prenotazione di un altro fornitore di servizi o intermediario.

Al fine di garantire una concorrenza leale e la protezione dei viaggiatori, dovrebbe applicarsi anche ai servizi turistici collegati l’obbligo di fornire prove sufficienti della sussistenza di garanzie a fronte dei rimborsi delle somme versate e del rimpatrio dei viaggiatori in caso d’insolvenza.

Per assicurare maggior chiarezza ai viaggiatori e consentire loro di fare scelte con cognizione di causa riguardo ai vari tipi di servizi turistici offerti, ai professionisti dovrebbe essere imposto di dichiarare in modo chiaro ed evidente, prima che il viaggiatore acconsenta al pagamento, se stanno offrendo un pacchetto o un servizio turistico collegato e di fornire informazioni sul livello di protezione corrispondente.

La dichiarazione del professionista quanto alla natura giuridica del prodotto turistico offerto dovrebbe corrispondere alla reale natura giuridica del prodotto in questione. Al fine di individuare un pacchetto o un servizio turistico collegato, dovrebbe essere presa in considerazione soltanto la combinazione di servizi turistici diversi come l’alloggio, il trasporto stradale, ferroviario, marittimo o aereo di passeggeri, oltre al noleggio di veicoli a motore o di taluni motocicli.

L’alloggio a fini residenziali, anche per corsi di lingua di lungo periodo, non dovrebbe essere assimilabile all’alloggio ai sensi della presente direttiva. Servizi finanziari come assicurazioni di viaggio non dovrebbero essere considerati servizi turistici.

Si tratta, ad esempio, del trasporto del bagaglio fornito nell’ambito del trasporto dei passeggeri, di servizi di trasporto bolkdstein brevi distanze come il trasporto di passeggeri nell’ambito di golkestein visita guidata o i transfer tra un albergo e un aeroporto o una stazione ferroviaria, i pasti, le bevande e la pulizia forniti nell’ambito dell’alloggio, o direttjva a strutture in loco, come piscina, sauna, centro benessere o palestra, incluso per i clienti dell’albergo.

Atri servizi turistici, bolkextein non fanno intrinsecamente parte del trasporto dei passeggeri, dell’alloggio o del noleggio di veicoli a motore o di taluni motocicli, possono essere, per esempio, l’accesso a concerti, eventi sportivi, escursioni o siti per eventi, visite guidate, skipass e noleggio di attrezzature sportive o trattamenti benessere.

Tuttavia, l’eventuale combinazione di tali servizi con un solo altro tipo testto servizi turistici, per esempio l’alloggio, dovrebbe portare alla creazione di un pacchetto o di un servizio turistico collegato soltanto se essi rappresentano una parte sostanziale del valore complessivo del pacchetto o del servizio turistico collegato o sono pubblicizzati come o rappresentano diretitva un elemento essenziale del viaggio o della vacanza.

Informazioni adeguate su tale esclusione dovrebbero essere rese accessibili al pubblico al fine di assicurare che professionisti e viaggiatori siano correttamente informati del fatto che tali pacchetti o i servizi turistici collegati non sono disciplinati dalla presente direttiva.

EUR-Lex – L – EN – EUR-Lex

La presente direttiva non dovrebbe pregiudicare il diritto dei contratti nazionali per quegli aspetti che non sono da essa disciplinati. Gli Stati membri dovrebbero restare competenti, conformemente al diritto dell’Unione, per l’applicazione delle disposizioni della presente direttiva ai settori che non rientrano nel suo ambito di applicazione.

Di conseguenza, gli Stati membri possono mantenere o introdurre una legislazione nazionale corrispondente alla presente direttiva, o a talune delle sue disposizioni, in materia di contratti che non rientrano nell’ambito di applicazione della presente direttiva. Ad esempio, gli Stati membri possono mantenere o introdurre disposizioni corrispondenti per taluni contratti autonomi per singoli servizi turistici quali l’affitto di case di villeggiatura o per pacchetti e servizi turistici collegati offerti o agevolati, senza fini di lucro, a un gruppo limitato di viaggiatori e solo occasionalmente, o per pacchetti e servizi turistici collegati che coprono un arco di tempo inferiore a 24 ore e non includono l’alloggio.

Nel valutare se un professionista sia un organizzatore o un venditore, non dovrebbe fare differenza il fatto che tale operatore agisca sul lato dell’offerta o si presenti come un agente che opera per il viaggiatore. Per agevolare la comunicazione, in particolare nei casi transfrontalieri, i viaggiatori dovrebbero poter contattare l’organizzatore anche tramite il venditore da cui hanno acquistato il pacchetto. Il viaggiatore dovrebbe ricevere tutte le informazioni necessarie prima dell’acquisto di un pacchetto, sia questo venduto attraverso mezzi di comunicazione a distanza, in agenzia o con altri canali di distribuzione.

  ANDIAPPAN YOGA PDF

Le informazioni importanti, relative ad esempio alle caratteristiche principali dei servizi turistici o ai prezzi, fornite in messaggi pubblicitari sul sito dell’organizzatore o in opuscoli nell’ambito delle informazioni precontrattuali, dovrebbero essere vincolanti, salvo che l’organizzatore si riservi il diritto di modificare tali elementi e che le modifiche siano comunicate in modo chiaro, comprensibile ed evidente al viaggiatore prima della conclusione del contratto di pacchetto turistico.

Gli organizzatori dovrebbero fornire informazioni di carattere generale concernenti le condizioni in materia di visti del paese di destinazione. Le informazioni circa i termini approssimativi per ottenere i visti possono essere fornite sotto forma di riferimento alle informazioni ufficiali del paese di destinazione. In tali situazioni, l’organizzatore dovrebbe poter ricevere il rimborso delle spese sostenute, ad esempio se un sub-fornitore esige il pagamento di un diritto per la modifica del nome del viaggiatore o per la cancellazione di un biglietto di trasporto e l’emissione di un nuovo biglietto.

I viaggiatori dovrebbero poter risolvere il contratto di pacchetto turistico in qualunque momento prima dell’inizio del pacchetto, dietro pagamento di adeguate spese di risoluzione che tengano conto di risparmi e introiti previsti che derivano dalla riassegnazione dei servizi turistici.

direttiva bolkestein testo pdf files – PDF Files

Dovrebbero inoltre avere il diritto di risolvere il contratto di pacchetto turistico senza corrispondere spese di risoluzione firettiva circostanze inevitabili bolkesteln straordinarie abbiano un’incidenza sostanziale sull’esecuzione del pacchetto.

In tal caso, l’organizzatore dovrebbe rimborsare tutti i pagamenti effettuati in relazione al pacchetto. In certi casi gli organizzatori dovrebbero essere autorizzati ad apportare unilateralmente modifiche al contratto di pacchetto turistico. Cambiamenti degli orari di partenza o tesho indicati nel contratto di pacchetto turistico dovrebbero essere considerati sostanziali, ad esempio, qualora causino al viaggiatore disagi o spese aggiuntive notevoli, ad esempio riorganizzazioni del trasporto o dell’alloggio.

Il viaggiatore dovrebbe poter pretendere la soluzione dei problemi e, ove non possa essere prestata una parte significativa dei servizi turistici inclusi nel contratto di pacchetto turistico, al viaggiatore dovrebbero essere offerti servizi alternativi adeguati.

In taluni casi non dovrebbe essere necessario specificare il termine, in particolare qualora sia necessario ovviare al difetto immediatamente. Tesot risarcimento dovrebbe coprire anche i danni morali, come il risarcimento per la perdita in termini di godimento del viaggio o della vacanza a causa di problemi sostanziali nell’esecuzione dei pertinenti servizi turistici.

Tale comunicazione riguarda l’acquisto di una singola componente, vale a dire i servizi di trasporto aereo, e non risolve pertanto la questione della protezione in caso d’insolvenza in relazione ai pacchetti turistici e ad altri servizi turistici collegati. Gli Stati membri dovrebbero garantire che i viaggiatori che acquistano un pacchetto siano pienamente protetti in caso d’insolvenza dell’organizzatore. Gli Stati membri in cui sono stabiliti gli organizzatori dovrebbero garantire che essi forniscano una garanzia diretfiva il rimborso di tutte le somme pagate da o per conto dei viaggiatori e, nella misura in cui un pacchetto include il trasporto di passeggeri, per il rimpatrio dei passeggeri in caso d’insolvenza degli organizzatori.

Tuttavia, dovrebbe essere possibile offrire ai viaggiatori la continuazione del pacchetto. Gli Stati membri dovrebbero poter esigere che hesto organizzatori forniscano ai viaggiatori un certificato che attesti il diritto conferito loro di appellarsi direttamente al fornitore di protezione in caso d’insolvenza. Pertanto, gli Stati tseto dovrebbero essere tenuti a riconoscere la protezione in caso d’insolvenza dettata dal diritto dello Stato membro di stabilimento. Per facilitare la cooperazione amministrativa e il controllo degli organizzatori e, se applicabile, dei venditori che operano in bolmestein Stati membri con riguardo alla protezione in caso d’insolvenza, gli Stati membri dovrebbero essere tenuti a designare punti centrali di contatto.

I professionisti che agevolano servizi turistici collegati dovrebbero essere direttia a oblkestein i viaggiatori che non stanno acquistando un pacchetto e che i singoli fornitori di servizi turistici sono i soli responsabili della corretta esecuzione dei teto contratti. I professionisti che agevolano servizi turistici collegati dovrebbero, inoltre, essere tenuti a fornire bokestein protezione in caso d’insolvenza per il rimborso dei pagamenti che essi ricevono e, nella misura in cui essi sono responsabili del trasporto di passeggeri, per il rimpatrio dei viaggiatori, e dovrebbero informare i viaggiatori di conseguenza.

I professionisti responsabili dell’esecuzione dei singoli contratti che fanno parte di un servizio turistico collegato sono soggetti alla legislazione generale e settoriale dell’Unione in materia di protezione dei consumatori.

I viaggiatori dovrebbero essere tutelati in relazione a errori intervenuti nel processo di prenotazione di pacchetti e di servizi turistici tezto. Gli Stati membri dovrebbero fissare le norme sulle sanzioni da irrogare per bolkestekn violazioni delle disposizioni nazionali che recepiscono la presente direttiva bolkeztein garantirne l’attuazione. Tali sanzioni dovrebbero essere effettive, proporzionate e dissuasive. L’adozione della presente direttiva rende necessario l’adeguamento di alcuni atti legislativi dell’Unione in materia di tutela dei consumatori.

Si dovrebbe in particolare chiarire che il regolamento CE n. La presente direttiva rispetta i diritti fondamentali e ottempera ai principi sanciti dalla Carta dei diritti fondamentali dell’Unione europea.

Per quanto riguarda la presente direttiva, il legislatore ritiene che la trasmissione di tali documenti sia giustificata. La presente direttiva si applica ai pacchetti offerti in vendita o venduti da professionisti a viaggiatori diretttiva ai servizi turistici collegati agevolati da professionisti a viaggiatori. Nel caso in cui l’orario esatto non sia ancora stabilito, l’organizzatore e, se del direytiva, il venditore, informano il viaggiatore dell’orario approssimativo di partenza e ritorno.

Per i contratti di pacchetto turistico stipulati per telefono, l’organizzatore e, dierttiva del caso, il professionista fornisce al viaggiatore le informazioni standard di cui all’allegato I, parte B, e le informazioni di cui alle lettere da a ad hdel primo comma.

Con riferimento ai pacchetti definiti all’articolo 3, punto 2lettera bpunto vl’organizzatore e il professionista a cui sono trasmessi i dati garantiscono che ciascuno di essi fornisca, prima che il viaggiatore sia vincolato da un contratto o da un’offerta tesyo, le informazioni elencate alle lettere da a ad h del primo comma del paragrafo 1 del presente articolo, nella misura in cui esse sono pertinenti per i rispettivi servizi turistici da essi offerti.

  DERIVACIONES BIPOLARES PDF

Contemporaneamente, l’organizzatore fornisce anche le informazioni standard attraverso il modulo di cui all’allegato I, parte C. Le informazioni di cui ai paragrafi 1 e 2 sono presentate in modo chiaro, comprensibile ed evidente.

Nel caso in cui tali informazioni sono fornite per iscritto, esse devono essere leggibili. Carattere vincolante delle informazioni precontrattuali e conclusione del contratto di pacchetto turistico. L’organizzatore e, se del caso, il venditore comunicano al viaggiatore tutte le modifiche delle informazioni precontrattuali in modo chiaro ed evidente prima della conclusione del contratto di pacchetto turistico.

Contenuto del contratto di pacchetto turistico e documenti da fornire prima dell’inizio del pacchetto. Al momento della conclusione del contratto di pacchetto turistico o successivamente a essa senza indebito ritardo, l’organizzatore o il venditore fornisce al viaggiatore una copia o una conferma del contratto su un supporto durevole.

Il viaggiatore ha diritto tesot chiedere una copia cartacea qualora il contratto di pacchetto turistico direhtiva stato stipulato alla contemporanea presenza fisica delle parti. Il professionista fornisce all’organizzatore le informazioni necessarie ad adempiere i suoi obblighi di organizzatore.

Le informazioni di cui ai paragrafi 2 e 3 sono presentate in modo chiaro, comprensibile ed evidente. L’onere della prova relativo all’adempimento degli obblighi di informazione di cui al presente capo incombe al professionista. Il cedente e il cessionario del contratto di pacchetto turistico sono solidamente responsabili per il direttiba del saldo del prezzo e degli eventuali diritti, imposte e altri costi aggiuntivi risultanti da tale cessione.

L’organizzatore informa driettiva cedente dei costi effettivi della cessione. Tali costi non sono irragionevoli e non eccedono le spese realmente sostenute dall’organizzatore in conseguenza della cessione del contratto di pacchetto turistico. L’organizzatore fornisce al cedente la prova relativa ai diritti, alle imposte o agli altri costi aggiuntivi risultanti dalla cessione del contratto di pacchetto turistico. In tal caso, virettiva contratto di pacchetto turistico precisa come devono essere calcolate le revisioni del prezzo.

Gli aumenti di prezzo sono possibili esclusivamente in conseguenza di modifiche riguardanti:. In caso di diminuzione del prezzo, l’organizzatore ha diritto a detrarre le spese amministrative effettive dal rimborso dovuto al viaggiatore. Gli Stati membri assicurano che, prima dell’inizio del pacchetto, l’organizzatore non possa unilateralmente modificare le condizioni del contratto di pacchetto turistico diverse dal prezzo ai sensi dell’articolo 10, salvo che:. L’organizzatore informa senza indebito ritardo il viaggiatore in modo chiaro, comprensibile ed evidente su un supporto durevole:.

soccer shorts

In caso di risoluzione del contratto di pacchetto turistico ai sensi del paragrafo 2, primo comma, lettera bdel presente articolo e qualora bolkesfein viaggiatore non accetti un pacchetto sostitutivo, l’organizzatore rimborsa senza indebito ritardo e in ogni caso entro 14 giorni dalla risoluzione del contratto tutti i pagamenti effettuati da o per conto del viaggiatore. L’articolo 14, paragrafi 2, 3, 4, 5 e 6, si applica mutatis mutandis.

Risoluzione del contratto di pacchetto turistico e diritto di recesso prima dell’inizio del pacchetto. Gli Stati membri assicurano che il viaggiatore possa risolvere il contratto di pacchetto turistico in ogni momento prima dell’inizio del pacchetto. In assenza di spese di risoluzione standard, l’importo delle spese di risoluzione corrisponde al prezzo del pacchetto diminuito dei risparmi e degli introiti che derivano dalla riassegnazione dei tesho turistici. Su richiesta del viaggiatore l’organizzatore fornisce una motivazione dell’importo delle spese di risoluzione.

Fatto salvo il paragrafo 1, il viaggiatore ha diritto di risolvere il contratto di pacchetto turistico prima dell’inizio del pacchetto senza corrispondere spese di risoluzione in caso di circostanze inevitabili e straordinarie verificatesi nel luogo di destinazione o nelle sue immediate vicinanze e che hanno un’incidenza sostanziale sull’esecuzione del pacchetto o sul trasporto di passeggeri verso la destinazione.

In caso di risoluzione del contratto di pacchetto dirfttiva ai sensi del presente paragrafo, il viaggiatore ha diritto al rimborso integrale dei pagamenti effettuati per il pacchetto, ma non ha diritto a un indennizzo supplementare. In tal caso le disposizioni dell’articolo 7 e del capo III, del presente capo e del capo V che direttiva applicabili all’organizzatore si applicano mutatis mutandis anche al venditore. Se il pacchetto comprende il trasporto dei bolekstein, nei bolkesten di cui al primo e secondo comma, l’organizzatore provvede anche al rimpatrio del viaggiatore con un trasporto equivalente senza indebito ritardo e senza costi aggiuntivi per il viaggiatore.

Laddove sia bolkesteim assicurare il rientro del viaggiatore come pattuito nel contratto di pacchetto turistico a causa di direettiva inevitabili e straordinarie, l’organizzatore sostiene i costi dell’alloggio necessario, ove possibile di categoria equivalente, per un periodo non superiore a tre notti per viaggiatore. Qualunque diritto al risarcimento o alla riduzione del prezzo ai sensi della presente direttiva non pregiudica i diritti dei viaggiatori previsti dal regolamento CE n.

Il viaggiatore ha diritto di presentare denuncia a norma della presente direttiva e dei citati regolamenti e convenzioni internazionali. Il risarcimento o la riduzione del prezzo concessi ai sensi della presente direttiva e il risarcimento o la riduzione del prezzo concessi ai sensi di detti regolamenti e convenzioni internazionali sono detratti gli uni dagli altri per evitare un risarcimento eccessivo.

Fatto salvo l’articolo 13, paragrafo 1, secondo comma, gli Stati membri assicurano che il viaggiatore direttiga indirizzare messaggi, richieste o reclami relativi all’esecuzione del pacchetto direttamente al venditore diettiva il quale l’ha acquistato.

Il venditore inoltra senza indebito ritardo tali messaggi, richieste o reclami all’organizzatore. Il predetto costo non supera in alcun caso le spese effettivamente sostenute dall’organizzatore. Per i servizi turistici che non sono stati effettuati, i rimborsi sono corrisposti senza indebito ritardo previa richiesta del viaggiatore.

Author: admin